Jazz e chitarra di grande spessore e qualità alle prime luci dell'alba sulla spiaggia del BAM 

Elisabetta Maulo e Mattia Donati 

Elisabetta Maulo (voce) e Mattia Donati (chitarra): il loro sound è un tuffo nell’America del jazz degli anni 30, 40 e 50, il tutto estemporaneamente rivisitato in modo da evocare una estesa gamma di emozioni talvolta arcaiche, a tratti intense e molto intime.

Concerto Spiaggia

Elisabetta Maulo ha coltivato fin da piccola la passione per la musica con il pianoforte e la voce. Studia e partecipa a seminari d’improvvisazione vocale e canto jazz tenuti da grandissime cantanti come Marta Raviglia, Petra Magoni e Titta Nesti. Nel 2013 conosce Kaya Anderson (Roy Art Theater ), partecipa al suo seminario “Voce Umana” e si innamora del legame sanguigno e viscerale che c’è tra il corpo e la voce. Partecipa come protagonista allo spettacolo di Gian Burrasca e Pinocchio al teatro Verdi di Pisa (regia di Erika Gori ) e allo spettacolo degli Oscillanti (libretto Claudio Morandini , Musiche Marta Raviglia , Manuel Attanasio ) al Conservatorio di Cesena Bruno Maderna. Affascinata dalle infinite possibilità della voce si confronta con repertori che vanno dal blues al jazz cantando in diverse formazioni tra cui le più importanti : il gruppo di blues acustico “Betta Blues Society”, formazione di grande successo di pubblico e di critica che ha partecipato a diversi festival nazionali e internazionali , arrivati in finale a Memphis nell'ambito dell' International Blues Challenge . Incide sempre con i Betta Blues Society tre dischi ,l 'ultimo” Let them out ” uscito il 5 dicembre per l'etichetta de “Il popolo del blues “. Nel maggio del 2015 esce un suo altro disco Early sotto l'etichetta “Improvvisatore Involontario “ con il progetto More Sundays ,quartetto capitanato dal pianista Piergiorgio Pirro . Suona in duo con il chitarrista Roberto Luti (Playing for change).

Mattia Donati è un cantante, chitarrista e compositore livornese. Ha studiato chitarra con Gabrio Baldacci e jazz con Andrea Pellegrini. Nel 2012, con un repertorio di inediti strumentali, si aggiudica il primo premio al Senzafilo Music Contest di Pisa. Negli anni successivi insegna chitarra, registra e porta in giro per la Toscana un repertorio di classici swing (Mattia Donati Swinging Songs, Triple Sec), suona bluegrass (con Yari Spadoni e Matteo Anelli) e afrobeat (con i Sonalastrana) e collabora con vari jazzisti toscani (Andrea Pellegrini, Nico Gori & Pisa Jazz Swing 10tet, Chiara Pellegrini, Mirco Capecchi). Parallelamente all'attività concertistica, si dedica alla scrittura cantautorale, coniugando un solido background jazzistico, una voce delicata e ben riconoscibile e una scrittura semplice e spontanea.

Il loro sound è un tuffo nell’america del jazz degli anni 30, 40 e 50, il tutto estemporaneamente rivisitato in modo da evocare una estesa gamma di emozioni talvolta arcaiche, a tratti intense e molto intime .